Firenze

Galleria degli Uffizi

Il museo più importante di Firenze, uno dei più visitati al mondo, una miniera di opere d'arte. E' la Galleria degli Uffizi, vero e proprio vanto della città.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

La Galleria degli Uffizi è il museo più visitato d’Italia, e uno dei musei d’arte più importanti al mondo. Situato nel centro storico di Firenze, nel piazzale degli Uffizi situato alle spalle di Palazzo Vecchio, ospita al suo interno la collezione più ampia del mondo di Raffaello e Botticelli, oltre a numerose opere di artisti del calibro di Giotto, Tiziano, Leonardo da Vinci, Pontormo e Bronzino.

Fondamentalmente, il nucleo storico delle opere degli Uffizi arriva dalla collezione privata dei Medici, che durante i secoli si è poi arricchita soprattutto attraverso donazioni effettuate da privati o istituzioni. Oggi, gli Uffizi ospitano la collezione del Rinascimento fiorentino più vasta e importante del mondo. Visitare questo incredibile museo durante una vacanza a Firenze è un must assoluto, non soltanto per gli esperti d’arte ma anche per la gente comune, che si ritroverà immersa in una quantità tale di bellezza da essere quasi inimmaginabile.

All’interno della Galleria degli Uffizi sono infatti ospitati alcuni dei quadri più importanti del mondo, visti e rivisti più e più volte su libri, riviste e poster. Tra questi, i più famosi sono senza dubbio la Venere di Botticelli, la Primavera sempre di Botticelli, l’Annunciazione di Leonardo da Vinci, il Tondo Doni di Michelangelo, e lo scudo con la testa di Medusa di Caravaggio.

Oggi, con il termine “Le gallerie degli Uffizi” si intende un complesso museale che comprende, oltre agli Uffizi, anche il Corridoio Vasariano, Palazzo Pitti e il giardino di Boboli.

Cosa vedere alla Galleria degli Uffizi

Le collezioni degli Uffizi si sviluppano su 4 temi: pittura, architettura, scultura e il gabinetto dei disegni e delle stampe. Il percorso espositivo è diviso in una serie di corridoi, che formano un percorso guidato attraverso i due piani dell’edificio. Le sale seguono un ordine cronologico, e alcune di esse sono dedicate ai principali artisti del Rinascimento.

Tra queste, ecco le più importanti, quelle imperdibili da visitare se il tempo a disposizione è poco.

Sala del Botticelli

La sala del Botticelli in realtà occupa le sale da 10 a 14 del percorso espositivo. Qui è in mostra la collezione più ampia al mondo di Sandro Botticelli, ed è possibile ammirare i suoi due capolavori più famosi: la Primavera e la Nascita di Venere.

A essi si affiancano altre opere di incredibile portata e rilevanza, tra cui la Madonna del Magnificat, il Ritratto d’uomo con medaglia di Cosimo il Vecchio, la Madonna della Melagrana e l’Incoronazione della Vergine.

Sala di Leonardo

Nella sala 15 degli Uffizi vi è una sezione dedicata agli esordi artistici di Leonardo da Vinci. Qui è in mostra la sua prima opera documentata, il Battesimo di Cristo. Notevole l’Annunciazione, che venne dipinta quando Leonardo aveva da poco passato i 20 anni, ma merita un approfondimento anche l’Adorazione dei Magi, opera incompiuta dipinta a olio su tavola e tempera grassa.

Tribuna

Osservando la Tribuna degli Uffizi, una piccola saletta ottagonale, rimarrete sicuramente stupiti. Rappresenta il nucleo originario degli Uffizi, per molti il primo museo d’Occidente, e le sue pareti rosso acceso dense di quadri sono davvero indimenticabili.

Gli oggetti e le decorazioni della sala si ispirano ai quattro elementi aria, acqua, terra e fuoco, vi sono molte pitture appese alle pareti, e un bel tavolo intarsiato in pietre dure fa da cornice a una serie di statue antiche dei Medici, messe in cerchio.

Durante la ristrutturazione del 2010-2012 è stato scoperto il pavimento della Tribuna: ciò ha impedito l’accesso diretto, e oggi è visitabile soltanto affacciandosi alle porte di ingresso.

Corridoio sull’Arno

Questo entusiasmante corridoio, che regala viste uniche dell’Arno, di Ponte Vecchio e di Piazzale Michelangelo, mette in mostra antiche statue, valorizzate anche da un’ottima illuminazione poichè si affaccia interamente a sud. Sul soffitto è possibile ammirare alcuni affreschi a tema religioso, voluti dal granduca Cosimo III.

Tra le statue, spiccano Amore e Psiche, Alessandro morente, Olympia, la Venere seduta di Fidia, il Satiro danzante e la Fanciulla seduta pronta alla danza. Molte di queste statue risalgono agli ultimi secoli prima della nascita di Cristo.

Sale del Cinquecento

Ben dieci sale della Galleria degli Uffizi, numerate da 25 a 34, sono dedicate al Cinquecento. Tra i capolavori d’arte più rappresentativi spicca il Tondo Doni di Michelangelo, la Venere di Urbino di Tiziano e la Madonna dal collo lungo del Parmigianino.

Le sale del Cinquecento sono organizzate per regioni: le prime sono dedicate ai pittori fiorentini, segue poi la scuola veneziana, quella emiliana, quella veneta e quella lombarda.

Le nuove sale: sala blu e sala rossa

A cavallo tra il 2010 e il 2012, gli Uffizi sono stati espansi con una serie di nuove sale.

Le sale blu sono 10, numerate da 46 a 55, e mettono in mostra opere di pittori stranieri del ‘600 e del ‘700, tra cui gli spagnoli Velazquez, Goya e Ribera, i francesi Le Brun e Vouet, l’olandese Rembrandt e numerosi altri suoi connazionali delle scuole dei Paesi Bassi del sud.

Le sale rosse invece sono 9, e mettono in mostra le opere del manierismo fiorentino, a fianco di alcuni capolavori dell’arte antica, come a crearne un parallelo. Ci sono alcuni monocromi di Andrea del Sarto, opere del calibro di Bronzino, Rosso Fiorentino e Pontorno, e una intera sala, la numero 66, dedicata a Raffaello.

Sala di Caravaggio

Nel 1993 sono state allestite una serie di sale all’interno della Galleria degli Uffizi dedicate a Caravaggio. Il celebre pittore non ha molte opere, ma quelle presenti sono incredibilmente rappresentative della sua prima fase creativa, quella della giovinezza. Notevole il Bacco e la famosissima Testa di Medusa, dipinta su uno scudo ligneo.

I numeri della Galleria degli Uffizi

Biglietti d’ingresso

I biglietti per gli Uffizi si acquistano direttamente alle casse oppure online; quest’ultima resta l’opzione consigliata per evitare la coda e ottimizzare al massimo il tempo a disposizione. Con il biglietto del museo si ha accesso anche al museo archeologico nazionale e al museo dell’opificio delle pietre dure. Il biglietto è gratuito per i disabili i minori di 18 anni e una serie di categorie, mentre i ragazzi da 18 a 25 anni hanno diritto all’ingresso a tariffa ridotta.

E’ possibile acquistare anche un biglietto valido per 5 giorni chiamato Passepartout 5 Days, che comprende anche l’ingresso a Palazzo Pitti, al giardino di Boboli e al museo dell’Opificio delle pietre dure, con priorità di accesso. Per sfruttare questo biglietto, gli Uffizi devono essere il primo museo da visitare per permettere l’attivazione del biglietto, entrando dalla porta 3, mentre Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli devono essere visitati entro 72 ore dall’attivazione.

Per gli appassionati o i residenti, è possibile acquistare un biglietto di validità annuale, valido 365 giorni a partire da una data scelta. Con questo biglietto è incluso l’accesso a tutte le mostre temporanee, e la priorità di accesso a eccezione delle giornate gratuite. E’ possibile acquistarne anche la versione Family, valida per 2 adulti e un numero illimitato di bambini.

Orari d’apertura

Gli Uffizi sono aperti dal martedì alla domenica dalle 8.15 alle 18.50, con ultimo ingresso alle 17.30; il sabato, le domeniche e i festivi è necessario prenotare con almeno un giorno di anticipo. Il museo rimane chiuso il lunedì, e i giorni di Natale e Capodanno.

Visite guidate

Non ci sono tour guidati organizzati direttamente dal museo, ma è certamente possibile effettuare visite private o di gruppo affidandosi alle sapienti guide turistiche di Firenze. Se non le conoscete di persona, cercate quella che vi ispira di più affidandovi a internet, e sceglietela sulla base del programma proposto, dei prezzi e delle recensioni degli utenti.

Consigli per visitare la Galleria degli Uffizi

Il primo consiglio che vi diamo per visitare la Galleria degli Uffizi è quello di acquistare i biglietti in anticipo. La coda può diventare davvero lunga, e nonostante sia all’ombra dell’elegante loggiato, l’attesa è comunque estenuante, specialmente pensando alla quantità di tempo sprecato.

Essendo uno dei musei più popolari d’Europa, gli Uffizi sono sempre molto affollati. Se potete, visitateli fuori dai picchi di flussi turistici, sfruttando magari i periodi di bassa stagione.

La visita alla Galleria degli Uffizi può portar via persino un’intera giornata. Valutate bene il tempo che avete a disposizione per visitare Firenze, dedicando più o meno tempo all’esplorazione delle singole sale.

Gli Uffizi possono rivelarsi una pausa perfetta dal torrido caldo estivo di Firenze, ma anche un’alternativa ideale per le giornate di pioggia. Sfortunatamente però, non sarete i soli a pensarlo: preparatevi alla ressa all’interno delle singole sale.

All’interno degli Uffizi vi è un comodo guardaroba gratuito; qui è obbligatorio depositare ombrelli, grossi zaini e borse. Vi è anche un secondo guardaroba, riservato ai gruppi e agli oggetti ingombranti, situato presso la biglietteria nel loggiato di Ponente.

Il museo è dotato di caffetteria con terrazzo panoramico situata al secondo piano; la sosta perfetta per rilassarsi con una straordinaria vista su Palazzo Vecchio.

Al piano terra degli Uffizi, presso l’uscita, si trova un ufficio postale, che offre anche i servizi di annullo postale del museo e filatelia, oltre che a uno sportello di cambio valuta.

Percorsi speciali per disabili “Uffizi per tutti”

Sono disponibili due percorsi speciali per le persone con disabilità, parte del progetto denominato Uffizi per tutti.

Il primo è dedicato alle persone sorde, e si chiama “capolavori nella lingua dei segni”: presenta video descrizioni delle più importanti opere degli Uffizi come la Primavera di Sandro Botticelli, i Ritratti dei Duchi di Urbino di Piero della Francesca e altre, con spiegazioni e informazioni essenziali.

Il secondo percorso speciale è dedicato alle persone con disabilità visiva, si chiama “Uffizi da toccare” e consente di toccare in autonomia alcune sculture originali appartenute alla collezione dei Medici; inoltre, lungo il percorso ci sono numerose didascalie in braille e una segnaletica opportuna.

Come raggiungere la Galleria degli Uffizi

La galleria degli Uffizi vista del fiume Arno

La Galleria degli Uffizi si raggiunge comodamente a piedi, poichè si trova in pieno centro storico, a due passi da Piazza della Signoria e da Ponte Vecchio. Dalla stazione di Santa Maria Novella la camminata dura circa 15-20 minuti, posto che non vi fermiate in piazza del Duomo (che attraverserete lungo il percorso) o in uno dei negozi di via Calzaiuoli.

Non è possibile arrivare agli Uffizi in auto, se non entrando nella ZTL alle loro spalle, che passa per piazza San Firenze e via del Proconsolo. Coi mezzi pubblici invece ci si arriva tramite la linea C1 del trasporto pubblico locale, che dalla stazione Santa Maria Novella conduce a circa 200 metri dall’ingresso degli Uffizi.

Un’alternativa per arrivare vicinissimi agli Uffizi in auto è quella di attraversare l’Arno sul ponte San Niccolò, aperto al traffico veicolare poichè fuori dalla ZTL, e costeggiare il corso del fiume rientrando verso il centro storico, transitando sul Lungarno Cellini, Lungarno Serristori, Lungarno Torrigiani e Via dè Bardi. Attraverserete le telecamere della ZTL, ma niente paura: parcheggiando nei garage privati della zona, penseranno loro stessi ad “annullare” il vostro passaggio attraverso i varchi telematici, evitando così la multa. A questo punto vi troverete proprio dall’altro lato di Ponte Vecchio: attraversatelo e vi troverete praticamente dietro il loggiato degli Uffizi.

Informazioni utili

Indirizzo

Piazzale degli Uffizi, 6, 50122 Firenze FI, Italia

Contatti

TEL: +39 055 294883

Orari

  • Lunedì: Chiuso
  • Martedì: 08:15 - 18:30
  • Mercoledì: 08:15 - 18:30
  • Giovedì: 08:15 - 18:30
  • Venerdì: 08:15 - 18:30
  • Sabato: 08:15 - 18:30
  • Domenica: 08:15 - 18:30

Dove si trova

La Galleria degli Uffizi si trova nel centro storico di Firenze, nelle immediate vicinanze di Piazza della Signoria. Il lato inferiore si affaccia sull'Arno, a poca distanza dal Ponte Vecchio.

Come risparmiare su trasporti e biglietti d'ingresso

Le City Card permettono di risparmiare sui mezzi pubblici e/o sugli ingressi delle principali attrazioni turistiche.

Pass Firenze
Pass Firenze
Il Florence Pass è la tua chiave per sbloccare la Città dei Gigli. Facendoti risparmiare tempo e denaro, il Florence Pass supercaricherà i tuoi piani di visita, con l'ingresso prioritario alla Galleria degli Uffizi e alla Galleria dell'Accademia, famose in tutto il mondo.
Acquista da 105,00 €

Attrazioni nei dintorni