Certaldo

Certaldo è una cittadina di vario interesse culturale e storico. La sua origine è indubbiamente etrusca anche se il suo sviluppo prende il via al tempo del primo medioevo.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

Certaldo è una cittadina di vario interesse culturale e storico. E’ conosciuta nel mondo soprattutto perché patria di Giovanni Boccaccio che a Certaldo visse e morì il 12 Dicembre 1375.
La sua origine è indubbiamente etrusca anche se il suo sviluppo prende il via al tempo del primo medioevo. Completamente medievale è il suo centro storico, la parte alta. Questa si sviluppa in concomitanza con la dominazione germanica (1164), quando Certaldo, insieme a Pogni e Semifonte, è concesso ai Conti Alberti da parte di Federico Barbarossa.

La famiglia Alberti domina Certaldo per un lungo periodo di anni risiedendo nell’attuale Palazzo Pretorio, e per tutto il periodo del loro dominio saranno aspri avversari dei Guelfi di Firenze, fino a che nel 1196 vi si sottoporrà.

Nel 1292 Certaldo cade sotto il dominio diretto di Firenze per diventare nel 1415 sede del Vicariato della Valdelsa e della Valdipesa. Proprio perchè sede del Vicariato Certaldo conosce in questo periodo il suo maggiore sviluppo e splendore diventando il centro più importante della Valdelsa.
Fra il 1600 e il 1700 nascono le prime costruzioni nella valle, lungo le sponde dell’Elsa e dell’Agliena. Si sviluppano le prime attività industriali legate strettamente alla produzione della terra.

Cosa vedere a Certaldo

Il Parco Collinare della Canonica a Certaldo

Il Palazzo Pretorio

In posizione emergente rispetto al tessuto urbano dell’antico centro è posto all’incrocio di via Boccaccio con via Rivellino, assi portanti della vita cittadina. La sua mole assume così il ruolo di fuoco prospettico non solo per tali vie, ma anche per tutto il territorio circostante.

ll nucleo più antico del complesso è la parte quadrilatera prospettante su via Boccaccio essa era dimora dei Conti Alberti costruita intorno alla fine del dodicesimo secolo, sulle rovine delle antiche case di questa famiglia.

Chiesa SS. Tommaso e Prospero

E’ la più antica Chiesa del Castello, inizi del XIII secolo, dipendente dalla Pieve di San Lazzaro a Lucardo, fu insignita del grado di Propositura. Verso la metà del 1500 la Chiesa aveva già cominciato a rovinare a causa dello smottamento del terreno verso la valle.

Senza dubbio per questo motivo è franata la parte terminale della Chiesa, compresa l’abside, accorciando lo sviluppo dell’unica navata all’altezza dell’arco trionfale. Nel 1788 fu abbandonata e in seguito affittata ad un commerciante di terraglie il quale la adibì a laboratorio e magazzino.
Di questo nuovo uso possiamo notare le conseguenze sugli affreschi che ornarono le pareti della Chiesa, in gran parte rovinati.

Castello di Certaldo

Il borgo di Certaldo Alto

Il Castello di Certaldo, chiamato Certaldo Alto, per differenziarlo dalla parte bassa che si trova a valle, è quello che ancora oggi è possibile visitare.
Il Castello di Certaldo, è situato in cima al colle di forma trapezoidale ed è racchiuso da una cinta muraria ancora in buona parte ben conservata, sulla quale si aprono le antiche porte di accesso al paese: la Porta Alberti, la Porta al Sole e la Porta al Rivellino. Il “Rivellino” rappresentava con le sue imponenti mura una difesa esterna al castello per dominare la valle sottostante con l’importante Via Francigena.

Si può accedere al Castello di Certaldo passando per le antiche e affascinanti vie come la Costa Alberti e la Costa Vecchia, oppure attraverso la moderna Via del Castello o addirittura prendendo la funicolare da Piazza Boccaccio.

Il Castello di Certaldo si presenta come un borgo fortificato arroccato sul colle, completamente costruito in mattoni rosa che gli conferiscono una particolare atmosfera, è ancora oggi un raro esempio in Toscana di architettura Medievale con cenni rinascimentali.
Attraversando a piedi il Castello di Certaldo, la cui via principale è Via Boccaccio, vale la pena soffermarsi anche ad ammirare gli stupendi e pittoreschi scorci di Via del Rivellino con la sua porta cinquecentesca, il Vicolo Bandinelli e la Via Valdracca, la Porta del Sole con lo stemma dei Medici ed infine la Porta Alberti.

La funicolare che collega Certaldo al Castello

Dove dormire a Certaldo

Per vedere tutte le strutture e prenotare un alloggio a Certaldo utilizza il form seguente, inserendo le date del soggiorno.

Offriamo le migliori tariffe Se trovi a meno rimborsiamo la differenza.
Cancellazione gratuita La maggior parte delle strutture permette di cancellare senza penali.
Assistenza telefonica h24 in italiano Per qualsiasi problema con la struttura ci pensa Booking.com.

Hotel consigliati a Certaldo

Agriturismo Bio Fattoria Bacio
Certaldo - Via del Pino 703
8,4Ottimo 148 recensioni
Vedi Tariffe
Hotel
Hotel Certaldo
Certaldo - Via Del Molino 74Misure sanitarie extra
8,4Ottimo 509 recensioni
Vedi Tariffe
B&B
Podere Benintendi
Certaldo - Via Montebello-Benintendi 78Misure sanitarie extra
9,4Eccellente 276 recensioni
Vedi Tariffe
Vedi tutti gli alloggi

Dove si trova Certaldo

Vedi gli alloggi in questa zona

Località nei dintorni