Castiglione d’Orcia

Tra i tanti borghi della Val d'Orcia, Castiglione d'Orcia è una scelta vincente, per lo charme del borgo storico e per le numerose attrazioni nei dintorni.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

Non è certo un segreto che la Val d’Orcia sia una delle zone più belle della Toscana. Paesaggi stupendi, colline a perdita d’occhio, filari di vigneti e strade sinuose fiancheggiate da cipressi. E’ questa l’immagine simbolo della regione, ed è proprio in questa zona che la sua anima più autentica viene rivelata.

Tra i numerosi borghi che cingono la Val d’Orcia, merita una menzione speciale Castiglione d’Orcia. Ci troviamo in provincia di Siena, nel cuore della Toscana, in una zona lontana dal mare e di certo non ben servita dalle infrastrutture. Ma la fatica di arrivare fin qui sarà sicuramente ripagata, grazie alle bellezze del territorio e al delizioso borgo storico, piccolo e compatto, arroccato su una collina.

Castiglione d’Orcia è una tappa perfetta per un tour della Toscana, ma può essere anche una comoda base dove dormire, poichè in centro sono una serie di appartamenti e B&B, oltre naturalmente a una serie pressochè infinita di agriturismi nei dintorni, da dove godersi al massimo la campagna toscana. Da qui si può partire comodamente alla scoperta degli altri tesori della zona, come Bagno Vignoni, distante solo pochi chilometri, o l’abbazia di Sant’Antimo.

Cosa vedere a Castiglione d’Orcia

La prima cosa da vedere a Castiglione d’Orcia è il piccolo ma grazioso borgo storico. In seguito, spostatevi nei dintorni per godervi alcuni tra i panorami più belli della Toscana.

Centro storico

Iniziate la vostra scoperta del territorio di Castiglione d’Orcia con un giro in centro. Il paese è piccolo e si gira tranquillamente a piedi, e l’intera esplorazione non vi porterà via più di mezza giornata, considerando anche una sosta per il pranzo.

Con le sue case a pietra viva e mattoni, Castiglione d’Orcia è un perfetto esempio di borgo toscano, da cui godere splendidi scorci della campagna circostante, grazie anche alla sua posizione dominante.

Iniziate il giro dal cuore del centro storico, ossia piazza Il Vecchietta, e poi percorrete le stradine in salita senza una meta precisa, per godervi Castiglione d’Orcia il più possibile. Durante la vostra esplorazione a piedi passate dalla chiesa di Santa Maria Maddalena, dal museo della Sala d’Arte San Giovanni, e ovviamente non perdetevi la Rocca Aldobrandesca, simbolo della cittadina, e punto più alto del borgo storico.

Sala d’Arte San Giovanni

La sala d’arte San Giovanni è un piccolo museo situato nel cuore di Castiglione d’Orcia, in via San Giovanni 15. Al suo interno è possibile ammirare alcuni quadri di autori famosi del calibro di Simone Martini e Lorenzo di Pietro detto Il Vecchietta, tra i più importanti esponenti della scuola senese.

Il museo si trova all’interno dell’ex oratorio di San Giovanni Battista, un edificio risalente al XVI secolo. A fianco delle opere di Martini e del Vecchietta è possibile ammirare anche alcuni arredi liturgici provenienti dalle chiese della zona.

Rocca Aldobrandesca

La Rocca Aldobrandesca di Castiglione d’Orcia oggi è in rovina e quello che è possibile ammirare sono i resti delle antiche mura medievali difensive. Essa domina il borgo dall’alto, e dal 2018 è chiusa per lavori di restauro. Tuttavia è possibile girarci intorno, per osservare i ruderi dell’antico castello.

La rocca fu costruita per volere della famiglia degli Aldobrandeschi attorno al X secolo, per controllare la strada che dal monte Amiata arriva alla val d’Orcia, strategica via di comunicazione per la Maremma.

Rocca di Tentennano

La località Rocca d’Orcia, un minuscolo borgo che conta solo 34 abitanti, è famosa perchè le sue costruzioni si sviluppano su una collina al cui centro si trova la Rocca di Tentennano, una fortificazione medievale costruita sulla cima dello sperone roccioso per scopi militari.

La Rocca di Tentennano può vantarsi del titolo di unica fortezza della val d’Orcia a non essere mai stata espugnata. Costruita in pietra calcarea, questa imponente fortificazione ha un’area recintata attorno e una cinta di mura, sotto le quali si sviluppa quello che oggi è il parco, e che in origine era il castello.

Nel 1971 la rocca venne donata dai proprietari allo stato italiano, e 4 anni dopo iniziarono i lavori di restauro. Oggi, oltre ad essere uno dei simboli della Val d’Orcia e uno dei luoghi più fotografati nei dintorni di Castiglione d’Orcia, la Rocca di Tentennano è diventata anche uno spazio espositivo, ed ospita una serie di mostre permanenti e temporanee.

Da non perdere nei dintorni di Castiglione d’Orcia

Segnaliamo i suggestivi centri abitati di Ripa, Campiglia e Vivo d’Orcia, che conservano belle chiese e splendidi palazzi fra i quali spicca l’antico Eremo Camaldolese di Contea, sorto prima del Mille, ma ancora visibile nelle maestose forme cinquecentesche volute dai Cervini di Montepulciano, che ne affidarono la realizzazione ad un abile architetto (probabilmente ad Antonio da Sangallo il Giovane).

Ai piedi dell’Eremo sorge il bosco di abeti autoctono, l’abetina del Vivo; chi raggiunge l’eremo a piedi può inoltre attraversare una suggestiva, piccola valle dove sorge il grazioso ponte “degli Innamorati”.

A poca distanza dall’Eremo si trova la chiesa romanica dell’Ermicciolo, circondata da un boschetto di castagni. A monte di Campiglia il diruto palazzo dei Visconti detto Campigliola meriterebbe un adeguato restauro, se non altro per la sua posizione, un tempo strategica ed oggi panoramica.

Vivo d’Orcia

Il cuore di Vivo e costituito dall’Eremo, detto anche Contea, che sorge piu in basso rispetto all’abitato che si e formato in epoca più recente. L’Eremo è formato da un gruppo di case dominate dal palazzo dei Conti Cervini e dalla Pieve di San Marcello. Il palazzo Cervini fu in origine un monastero dell’ordine Camaldolese, venne ceduto alla famiglia Cervini nel 1517.

Nel Borgo principale si trova la chiesa di San Marcello che probabilmente era l’originaria chiesa del monastero poi dedicata a Marcello Cervini che fu eletto papa nel 1555.

Bagni San Filippo

Bagni di San Filippo deve la sua origine alla presenza delle acque termali con proprietà terapeutiche conosciute fin dall’antichità. Merita una visita il Fosso Bianco, nei pressi del paese, dove scorrono le acque che creano, con i depositi calcarei lasciati dal loro passaggio, un paesaggio con rocce bianche.

Da visitare e anche la grotta di San Filippo, scavata in un solo grande blocco di travertino e divisa in due da un tramezzo. La tradizione vuole che qui si sia rifugiato San Filippo Benizi nel 1267 per sfuggire all’elezione a papa e vivere in eremitaggio.

Dove dormire a Castiglione d’Orcia

Fondamentalmente, le opzioni per chi sceglie di dormire a Castiglione d’Orcia sono due: rimanere nel borgo storico o spostarsi nei dintorni.

La prima scelta implica che molto probabilmente dormirete in un appartamento o in un bed and breakfast, quasi sicuramente ricavato all’interno di un antico edificio e completamente ristrutturato.

Scegliendo invece di dormire in agriturismo, vi sposterete di qualche chilometro dal centro e vi troverete nel cuore della campagna toscana, per godervi al meglio la quiete e la tranquillità, passando una vacanza all’insegna del relax e del buon cibo.

Offriamo le migliori tariffe Se trovi a meno rimborsiamo la differenza.
Cancellazione gratuita La maggior parte delle strutture permette di cancellare senza penali.
Assistenza telefonica h24 in italiano Per qualsiasi problema con la struttura ci pensa Booking.com.

Hotel consigliati a Castiglione d'Orcia

Affittacamere
Casa Antica
Castiglione dʼOrcia - via Borgo maestro 8
8,3Ottimo 264 recensioni
Vedi Tariffe
Agriturismo
Agriturismo Grossola
Castiglione dʼOrcia - Via Grossola 4Misure sanitarie extra
8,5Favoloso 226 recensioni
Vedi Tariffe
B&B
B&B Il Vecchietta
Castiglione dʼOrcia - Via Roma (Via del Cassero 10)
9,5Eccezionale 177 recensioni
Vedi Tariffe
Vedi tutti gli alloggi

Come raggiungere Castiglione d’Orcia

Castiglione d’Orcia non è mai troppo comoda da raggiungere, poichè è distante dalle grandi arterie di comunicazione. Da Firenze, ad esempio, ci vogliono 2 ore guidando prima verso sud lungo il raccordo autostradale Firenze-Siena, e poi, una volta giunti a Siena, continuando lungo la strada SR2 che porta praticamente ai margini del centro storico. Il percorso totale è lungo quasi 130 chilometri.

La distanza dal capoluogo di provincia Siena è invece pari a circa 55 chilometri, che si coprono in circa un’ora.

Per arrivare a Castiglione d’Orcia dalle località costiere della Toscana come Pisa o Livorno, il tempo di percorrenza è di quasi 3 ore. Ci sono due alternative: passare per Firenze oppure scendere lungo la costa con la strada SS1 Aurelia fino a Grosseto. In entrambi i casi il percorso è lungo oltre 200 chilometri.

Brutte notizie, infine, per chi vuole arrivare a Castiglione d’Orcia con i mezzi pubblici. La località non è dotata di una stazione ferroviaria, e i pochi collegamenti in bus partono da Siena o da Buonconvento, località situata 25 chilometri più a nord dove fermano i treni regionali che partono da Siena. La tratta in autobus da Buonconvento a Castiglione d’Orcia dura circa un’ora, e fa parte del servizio extraurbano della provincia di Siena gestita da Autolinee Toscane.

Meteo Castiglione d’Orcia

Che tempo fa a Castiglione d’Orcia? Di seguito le temperature e le previsioni meteo a Castiglione d’Orcia nei prossimi giorni.

domenica 2
11°
21°
lunedì 3
13°
22°
martedì 4
13°
23°
mercoledì 5
14°
24°
giovedì 6
13°
23°
venerdì 7
14°
23°

Dove si trova Castiglione d’Orcia

Castiglione d'Orcia si trova in provincia di Siena, nel cuore della Toscana, subito a nord del massiccio montuoso del Monte Amiata.

Vedi gli alloggi in questa zona

Località nei dintorni