Montalcino

La patria del Brunello di Montalcino è anche un delizioso borgo medievale appollaiato su una collina, da cui si ammira uno splendido panorama della Val d'Orcia.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

Piccolo paese in provincia di Siena noto ovunque per il vino che vi si produce, il Brunello, Montalcino è una meta davvero imperdibile durante un tour della Toscana. Siamo al margine ovest della Val d’Orcia, vicino al monte Amiata e non lontani dal confine con la provincia di Grosseto. Qui, sulla cima di una collina, si trova l’antico borgo medievale di Montalcino, con i suoi meravigliosi monumenti che si affacciano direttamente sulle dolci colline toscane.

Curiosamente, nonostante i suoi 5000 abitanti, Montalcino è il comune più esteso della provincia di Siena. Per buona parte è composto da frazioni, piccoli nuclei abitati e borgate, alcune delle quali praticamente disabitate, ma che conservano testimonianze storiche talmente uniche, come antiche pievi o castelli, che alcune sono persino state convertite interamente in alberghi diffusi o guest house.

Montalcino si presenta quindi come una zona dall’alta ricettività turistica, molto attrezzata e dotata di tutti i servizi. Grazie alla sua posizione favorevole, potrete anche sfruttarla come base per dormire, e visitare le località vicine in gita di un giorno. In centro troverete poi ad attendervi tantissimi ristoranti tipici, che offrono la genuinità della tradizione culinaria toscana a prezzi ragionevoli, sempre accompagnata da un bicchiere di buon vino.

Cosa vedere a Montalcino

Il centro storico di Montalcino è molto compatto e si gira a piedi senza difficoltà: qui sono concentrate tutte le principali cose da vedere. Per chi lo desidera, ci sono anche alcune importanti attrazioni fuori città, da raggiungere esclusivamente con l’auto.

Palazzo dei Priori

Nel cuore del borgo storico di Montalcino, nella splendida cornice della centralissima piazza del Popolo, fa bella mostra di sè il palazzo dei Priori, risalente alla fine del XIII secolo. Sulle sue facciate si possono ammirare ancora oggi gli stemmi dei podestà che governarono Montalcino durante i secoli, mentre poco dietro svetta la torre medievale, con merlatura e un orologio incorporato.

Abbazia di Sant’Antimo

In frazione Castelnuovo dell’Abate, a circa 10 chilometri d’auto dal centro di Montalcino, si trova la bellissima abbazia di Sant’Antimo. E’ un ex convento benedettino costruito in stile romanico toscano, risalente al XII secolo, utilizzato fino al 1500 e poi abbandonato dai monaci fino a pochi anni fa.

Dedicata a Sant’Antimo, che secondo alcuni fu un sacerdote imprigionato sotto Diocleziano, secondo altri un diacono aretino martirizzato, si trova in aperta campagna e il suo imponente complesso è davvero bello da vedere. L’abbazia è stata più volte modificata e ampliata nel corso dei secoli; oggi, dell’antica abbazia rimane la cappella Carolingia e i resti della sala capitolare. L’intero complesso comprende anche una grande chiesa abbaziale e un chiostro.

Per arrivare all’abbazia di Sant’Antimo, dal centro di Montalcino è sfficiente prendere la strada provinciale SP55 in direzione sud, fino ad arrivare in località Castelnuovo dell’Abate. Da qui, una piccola stradina conduce fino al parcheggio dell’abbazia.

Musei riuniti

I musei riuniti di Montalcino sono un complesso formato da due musei: il museo civico e il museo diocesano d’arte sacra. Vennero uniti nel 1997, e sono oggi parte del circuito dei musei senesi.

All’interno delle 12 sale, che si sviluppano su 3 piani, ci sono in tutto oltre 200 opere d’arte, tra cui spicca il crocifisso di Sant’Antimo, un dipinto a empera su tavola risalente al XII secolo, proveniente originariamente dall’abbazia di Sant’Antimo. Molto belli anche la Madonna di Simone Martini, l’Incoronazione della Vergine di Bartolo di Fredi e una Maestà del Vecchietta, a rappresentare il Rinascimento.

Oltre alla pittura, il museo mette in mostra anche una serie di sculture, maioliche, paramenti sacri, ori e codici miniate. Inoltre, una zona è dedicata al Novecento, con opere del pittore montalcinese Arturo Luciani. Infine, vi è una sezione dedicata all’archeologia, con reperti risalenti all’età del Bronzo, e alle civiltà etrusche e romane.

Duomo di Montalcino

Ufficialmente denominato concattedrale del Santissimo Salvatore, il Duomo di Montalcino risale al 1800, ed è costruito in stile neoclassico secondo il progetto dell’architetto Agostino Fantastici. Situato nel centro storico, nella piazza omonima, il duomo di Montalcino è dotato anche di una torre campanaria, risalente a prima della chiesa attuale; all’interno, invece, si può ammirare lo stile neoclassico, con tre navate di cui la centrale ha una splendida volta a botte cassettonata.

L’organo a canne del duomo di Montalcino risale al 1858, mentre tra le opere conservate al suo interno spicca l’Immacolata Concezione con Gesù e Dio Padre di Francesco Vanni, risalente al 1588.

Fortezza di Montalcino

Uno dei simboli indiscussi di Montalcino è la sua fortezza, costruita nel 1361 nel punto più alto della città per protezione da eventuali invasori. Ha una struttura pentagonale, ed incorpora una serie di edifici che già esistevano in precedenza, tra cui un’antica basilica, che è diventata la cappella del casello Romitorio, esistente già in epoca romana.

C’è anche la possibilità di camminare lungo i bastioni della fortezza, per ammirare splendidi scorci sia di Montalcino che della campagna circostante.

Sagra del Tordo

Dal 1957, l’ultima domenica di ottobre, Montalcino celebra la Sagra del Tordo, manifestazione che trova un suo corrispettivo, anche se in versione ridotta, nell’Apertura delle Cacce che si tiene invece la seconda domenica d’agosto. Per due volte l’anno dunque i quartieri di Montalcino, e cioè Borghetto (bianco e rosso), Pianello (bianco e blu), Ruga (giallo e blu) e Travaglio (giallo e rosso), scendono in campo per sfidarsi in una competizione di tiro con l’arco che accende gli animi di tutta la popolazione.

Tour delle cantine

Uno dei must durante un soggiorno a Montalcino è un tour delle cantine. Scegliete l’azienda agricola che preferite, ce ne sono tantissime nei dintorni, e durante gli orari di apertura, fatevi guidare all’interno di una cantina per scoprire tutti i segreti del famoso vino toscano. Solitamente i tour guidati si tengono tutti i giorni durante i mesi estivi e fino ad ottobre, e alla fine viene quasi sempre offerta una degustazione.

A volte viene anche fornita la possibilità di visitare i vigneti, passeggiando per i filari, immersi in un panorama davvero unico. Per maggiori informazioni contattate l’azienda agricola scelta.

Dove dormire a Montalcino

Il centro storico di Montalcino, con i suoi stretti vicoli e i suoi magnifici scorci, è il luogo ideale per dormire se volete vivere un’esperienza toscana autentica al 100%, soprattutto alla sera quando i turisti in gita di un giorno tornano a casa. Qui ci sono tantissimi appartamenti e B&B, tutti gestiti da privati, che hanno saputo sapientemente ristrutturare i vecchi edifici del borgo, convertendoli in dimore di charme.

Non dimenticate però che questa zona della Toscana è la patria degli agriturismi: ne troverete davvero tanti, scegliete quello che preferite in base ai servizi che offre, al prezzo e al grado di isolamento che preferite.

Offriamo le migliori tariffe Se trovi a meno rimborsiamo la differenza.
Cancellazione gratuita La maggior parte delle strutture permette di cancellare senza penali.
Assistenza telefonica h24 in italiano Per qualsiasi problema con la struttura ci pensa Booking.com.

Hotel consigliati a Montalcino

Hotel
Castello di Velona - The Leading Hotels of the World
Montalcino - Località Velona - Castelnuovo dell'AbateMisure sanitarie extra
8,3Ottimo 289 recensioni
Vedi Tariffe
Podere Brizio
Montalcino - Località TavernelleMisure sanitarie extra
9,3Eccellente 349 recensioni
Vedi Tariffe
B&B
Porta Castellana B&B - Apartment
Montalcino - Via Santa Lucia 20Misure sanitarie extra
9,4Eccellente 134 recensioni
Vedi Tariffe
Vedi tutti gli alloggi

Come raggiungere Montalcino

Montalcino si trova in posizione piuttosto isolata nel bel mezzo della campagna toscana. Da Firenze la si raggiunge spostandosi in direzione sud fino a Siena tramite il raccordo autostradale Firenze-Siena, e continuando poi sulla SR2 fino a Buonconvento, da cui si dirama la Strada Provinciale del Brunello che conduce fino a Montalcino. Il tempo di viaggio totale è di quasi 2 ore.

Chi sceglie di visitare Montalcino proveniendo da sud, deve invece uscire dall’autostrada A1 a Chiusi-Chianciano Terme e poi proseguire lungo le strade regionali e provinciali della campagna senese, passando per Chianciano Terme, Bagno Vignoni e San Quirico d’Orcia. La distanza da Roma è di circa 2 ore e mezzo.

Infine, per arrivare a Montalcino con i mezzi pubblici, è necessario raggiungere in treno la stazione ferroviaria di Buonconvento, situata sulla linea Grosseto-Firenze, e proseguire con i bus locali per circa 10-15km.

Meteo Montalcino

Che tempo fa a Montalcino? Di seguito le temperature e le previsioni meteo a Montalcino nei prossimi giorni.

martedì 7
-1°
mercoledì 8
giovedì 9
venerdì 10
sabato 11
domenica 12

Dove si trova Montalcino

Montalcino è situata in provincia di Siena, a circa 40km dal capoluogo in direzione sud. Il suo territorio confina a est con la provincia di Grosseto e a sud con il monte Amiata. A est di Montalcino si sviluppa poi la Val d'Orcia, con i comuni di Castiglione d'Orcia e San Quirico d'Orcia.

Vedi gli alloggi in questa zona

Località nei dintorni